Si propongono collaborazioni e interventi presso strutture private, alberghiere e affini, amministratori di condomini, architetti e geometri.

Inoltre offriamo:

  • prezzi competitivi.
  • pagamenti personalizzati.
  • la possibilità di pagare facilmente tramite bollettini postali o online fino a un anno senza interessi previo accordo diretto con l’impresa.
  • agevolazioni fiscali.

Notizie utili:

La finanziaria 2012 ha stabilito nuove leggi relative alle detrazioni fiscali del 2011 al 2013, conoscere queste regole è molto utile per sapere quanto si può risparmiare per le ristrutturazioni, vediamole assieme:

Detrazione del 50% per le ristrutturazioni

La finanziaria 2010 ha prolungato fino al 2013 la detrazione del 36% sulle spese di ristrutturazioni edilizie. La detrazione è subordinata alla condizione che il costo della manodopera sia riportato in fattura. L’agevolazione non potrà superare la spesa di 48.000 euro per i singoli appartamenti o gli immobili condominiali per gli interventi di ristrutturazione edilizia, manutenzione straordinaria, opere di restauro e risanamento conservativo, abbattimento delle barriere architettoniche.

Detrazione del 55% sul recupero edilizio

Sono previsti due tipi di detrazione fiscale sul recupero edilizio:

  • il 50% sulle ristrutturazioni (come sopra);
  • il 55% sul risparmio energetico.

Le due agevolazioni sono cumulabili se non interessano le stesse opere. Ad esempio si potrà far installare contemporaneamente doppi infissi (detraibili al 55%) e porte blindate (detraibili al 50%). Nel caso in cui l’opera prevede una serie di lavori che è difficile da identificare come risparmio energetico, la responsabilità ricadrà esclusivamente sulla valutazione dei tecnici specializzati.

Iva agevolata al 10% sui lavori edili

Sempre in materia di edilizia con la finanziaria 2012 l’Iva agevolata al 10% sui lavori edili passa a regime. L’agevolazione è cumulabile con la sopra citata detrazione Irpef del 50%.